ASSOCIAZIONE MUSICALE ANGELO MARIANI 

   

RAVENNA MUSICA 2017

TEATRO ALIGHIERI, RAVENNA  -  ORE 20,30

 
Associazione Musicale Angelo Mariani
Comune di Ravenna
Regione Emilia – Romagna
Provincia di Ravenna
Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo - Dipartimento dello Spettacolo
   
 

Martedì 11 aprile

ALBAN GERHARDT
Violoncello

STEVEN OSBORNE
Pianoforte

JOHANN SEBASTIAN BACH
(1685 - 1750)
Suite in re min. n. 2 (BWV 1008) per violoncello
Prélude – Allemande – Courante – Sarabande
Menuets I et II - Gigue

LUDWIG VAN BEETHOVEN
(1770 - 1827)
Sonata in mi magg. op. 109 n. 30 per pianoforte
Vivace, ma non troppo – Prestissimo – Andante molto cantabile ed espressivo.

LUDWIG VAN BEETHOVEN
Sonata in re magg. op. 102 n. 2 per violoncello e pianoforte
Allegro con brio – Adagio con molto sentimento – Allegro. Allegro fugato

intervallo

CLAUDE DEBUSSY
(1862 – 1918)
Sonata in re min. n. 1 per violoncello e pianoforte
Prologue – Lent. Sostenuto e molto risoluto.
Sérénade- Modérément animé
Finale – Animé. Léger et nerveaux

JOHANNES BRAHMS
(1833 – 1897)
Sonata in mi min. op. 38 n. 1 per violoncello e pianoforte
Allegro non troppo – Allegretto quasi Menuetto e Trio – Allegro

 
 

Negli ultimi dieci anni, Alban Gerhardt si è affermato tra i più grandi violoncellisti del nostro tempo. Il suo suono è inconfondibile e le sue interpretazioni del repertorio si distinguono per la loro originalità. Gerhardt affascina il pubblico con la combinazione di un istinto musicale infallibile, un’intensa emotività e una presenza naturale sul palcoscenico. Di particolare interesse per lui è il desiderio di aiutare il pubblico a spezzare le vecchie abitudini di ascolto e di concerto e di aprire la musica classica ad un pubblico più giovane.
Tra i suoi primi successi in concorsi e il debutto con i Berliner Philharmoniker diretti da Semyon Bychkov , Gerhardt ha suonato con quasi 250 diverse orchestre in tutto il mondo con direttori quali Kurt Masur, Christoph von Dohnanyi, Christoph Eschenbach, Sir Neville Marriner, Marek Janowski, Sir Colin Davis, Leonard Slatkin, Michael Tilson - Thomas, Fabio Luisi, Kent Nagano, Sakari Oramo, Paavo Järvi, Neeme Järvi, Christian Thielemann, Esa - ​​Pekka Salonen, David Zinman, Vladimir Jurowski e Andris Nelsons.
Gli impegni più recenti comprendono la Royal Concertgebouw Orkest, Filarmonica di Berlino, London Philharmonic, Philharmonia Orchestra, Tonhalle di Zurigo, Halle, BBC Philharmonic, Oslo Philharmonic, Rundfunk Sinfonieorchester Berlin, Netherlands Philharmonic, Bayerisches Staatsorchester, Gürzenich Orchestra, Czech Philharmonic, Melbourne Symphony, Sydney Symphony e NHK Symphony Orchestra. Negli USA si esibisce con Cleveland Orchestra, Boston Symphony, Philadelphia Orchestra, la Chicago Symphony, Los Angeles Philharmonic, San Francisco Symphony, Houston Symphony, e nel 2014/15 è artista in residenza presso la Oregon Symphony Orchestra. Nella stessa stagione è anche “Artist-in-Focus” alla Wigmore Hall di Londra, in recital con Steven Osborne e Cécile Licad e in quintetto con Brett Dean, Baiba Skride, Gergana Gergova e Nils Mönkemeyer con i quali intraprende un tour europeo.
Il repertorio di Alban Gerhardt include più di 70 diversi Concerti per violoncello; tra questi vi sono opere meno note che meritano maggiore diffusione. Le sue collaborazioni con compositori come Thomas Larcher, Peteris Vasks, Brett Dean, Jörg Widmann, Osvaldo Golijov, Mathias Hinke e Matthias Pintscher dimostrano il suo impegno per il repertorio contemporaneo e nel 2009 ha tenuto la prima mondiale del Concerto di Unsuk Chin che è stato composto per lui. Commissionato dalla BBC, ha debuttato ai Proms e da allora è stato eseguito in Olanda (Amsterdam Cello Biennale), Germania (Bayerische Staatsorchester/Nagano, Gurzenich/Stenz ), Estremo Oriente (Seoul Philharmonic ), Norvegia (Oslo Philharmonic) e Stati Uniti (Boston Symphony), Royal Stockholm Philharmonic, Berlin Philharmonic Orchestra diretta da Myung-Whun Chung, con il quale ha registrato il Concerto con la Seoul Philharmonic Orchestra per Deutsche Gramophone.
Collabora nella musica da camera con Steven Osborne, Cecile Licad, Lars Vogt, Christian Tetzlaff, Lisa Batiashvili, Arabella Steinbacher, Gergana Gergova e Emmanuel Pahud.
Gerhardt ha vinto tre premi Echo Classic per il disco dedicato a Reger (2009). Incide in esclusiva con Hyperion. Ha inciso la Sinfonia Concertante e il Concerto op. 58 di Prokofiev (Filarmonica di Bergen/Litton ), le Sonate di Fauré, un CD di "Casals Encores" con Cécile Licad che è stato selezionato da BBC Music Magazine 'Chamber Choice' nel 2011, e un doppio cd delle opere complete per violoncello di Benjamin Britten per celebrare il centenario del compositore nel 2013, per il quale è stato selezionato per un premio Gramophone .
Gerhardt suona uno strumento unico, di Matteo Gofriller. Scrive sui suoi viaggi e i suoi concerti nel suo blog, a cui si accede dalla sua pagina web: www.albangerhardt.com.

Steven Osborne è uno dei principali musicisti britannici, conosciuto per il suo approccio idiomatico a un ampio repertorio, dai pezzi classici di Mozart, Beethoven e Brahms alle atmosfere rarefatte di Messiaen, Tippett e Britten. Ha vinto molti premi e riconoscimenti tra cui il 2009 Gramophone Award con la sua incisione delle opere di Britten per piano e orchestra e il primo premio alla Naumburg International Competition (New York) e alla Clara Haskil Competition. Steven Osborne si esibisce in concerto con le orchestre di tutto il mondo – Yomiuri Nippon Symphony, Berlin Symphony, Deutsches Sinfonieorchester Berlin, Salzburg Mozarteum, Finnish Radio Symphony, Bergen Philharmonic, Residentie Orkest, Sydney Symphony, Hong Kong Philharmonic e Dallas Symphony Orchestra – e collaborando con grandi direttori quali Christoph von Dohnanyi, Alan Gilbert, Vladimir Ashkenazy, Ludovic Morlot, Leif Segerstam, Andrew Litton, Ingo Metzmacher, Vladimir Jurowski e Jukka-Pekka Saraste.
Nel Regno Unito si esibisce regolarmente con le principali orchestre, in particolare la London Philharmonic, City of Birmingham Symphony, Philharmonia e BBC Philharmonic Orchestras. I suoi concerti sono spesso trasmessi dalla BBC e ogni anno il pianista suona alla Wigmore Hall. Osborne ha partecipato nove volte ai Proms, l’ultima a luglio 2011 con “Notte nei giardini di Spagna” di de Falla. Steven Osborne è famoso al pubblico e alla critica per i suoi recital dal programma ben congegnato. Egli ha suonato nelle sale da musica più famose al mondo: Konzerthaus Vienna, Amsterdam Concertgebouw, de Doelen Rotterdam, Philharmonie Berlino, Musikhalle Amburgo, Palais des Beaux Arts Bruxelles, De Singel, Suntory Hall Tokyo, Kennedy Center Washington e Carnegie Hall. I suoi partner per la musica da camera sono Alban Gerhardt, Paul Lewis, Dietrich Henschel e Alina Ibragimova.La stagione 2011/12 è cominciata con un recital per l’International Piano Series al South Bank Centre. Tra i più rilevanti impegni orchestrali vi sono apparizioni con la London Philharmonic/Jurowski (Prokofiev), Vienna Symphony Orchestra/Adam Fischer (Stravinsky), Royal Flemish Philharmonic/de Waart (Britten), Orquesta Sinfonica de Castilla y Leon /Morlot (Messiaen), Oregon Symphony Orchestra/Kalmar (Britten) e BBC National Orchestra of Wales/Fischer (Ravel). In seguito al consenso unanime ricevuto dalla sua incisione delle opere complete di Ravel (Hyperion), Osborne porterà questo programma di due concerti in tournée nella primavera del 2012 con esibizioni, tra le altre, alla Wigmore Hall e alla De Singel. Steven Osborne ha vinto molti premi grazie alle sue registrazioni per l’etichetta Hyperion. Oltre al Gramophone Award nel 2009 (Britten), la sua registrazione dei 24 Preludi di Rachmaninov era nella rosa dei candidati per un altro Gramophone Award e ha vinto un Schallplattenpreis oltre ad essere scelta come “Editor’s Choice” da Gramophone, BBC Music Magazine, International Record Review, Musical Opinion e The Daily Telegraph: “Questa è un’eccezionale esecuzione di Rachmaninov piena di percezione acuta, discrezione e sensibilità poetica, limpida, potente e luminosa in egual misura” (BBC Music Magazine May 09). Il suo doppio CD contenente le opere di Tippett fu candidato per un BBC Music Magazine Award mentre quello di tutti i “Vingt regards sur l’enfant Jésus” di Messiaen fu candidato sia per un Gramophone Award che per un Schallplattenpreis in Germania. Altre registrazioni includono tutti i Préludes di Debussy, pezzi solistici di Alkan, le “Harmonies poetiques et religieuses” di Liszt, e pezzi solistici di Kapustin anch’essi candidati per uno Schallplattenpreis. L’ultima registrazione di Steven Osborne, tutte le musiche per piano di Ravel, era nella rosa dei candidati al 2011 Gramophone Award. Nato in Scozia nel 1971, Steven Osborne ha studiato con Richard Beauchamp alla St. Mary's Music School di Edimburgo e con Renna Kellaway al Royal Northern College of Music di Manchester.

 
 

Associazione  Musicale  Angelo  Mariani

Via San Vitale, 5 - 48100 Ravenna

   tel. 0544 39837  -  fax 0544 37552 - mail: associazione@angelomariani.it